About me

Fabbro nel cuore, studente di Design per scelta, allievo e ricercatore per tutta la vita. Non ho background particolari in alcun contesto spirituale, e ho sempre mantenuto una visione radicata nella mentalità scientifica. Eppure, mi sono sempre domandato cosa ci fosse un passo più in là di ciò che i miei occhi potevano vedere. Per questo, alcuni anni fa ho deciso di imbarcarmi in questo viaggio.

Poco tempo dopo la mia immersione in questo sentiero, ho sentito una spinta, un richiamo ad esplorare tutto ciò che riguardava l’aspetto culturale, magico e tradizionale dell’arte fabbrile e della metallurgia. Tutt’oggi, continuo a fare ricerca in questo ambito, camminando lungo questo sentiero come ricercatore accademico e praticante spirituale.

Seguo questo sentiero comunque nel dubbio, oscillando spesso tra Scienza e Spirito, a volte sentendo che non esiste nient’altro oltre la Fisica, a volte credendo nel mondo invisibile. Eppure, è questa dinamica che mi motiva nel pormi domande sulla Mente e sull’Anima, in cerca di una verità sempre più alta, sul mondo e sull’Io.

Il Progetto

In qualche modo tutto converge verso il detto benedettino “Ora et Labora“. Attraverso la mia ricerca sto scoprendo una lunga e ricca tradizione di pratiche spirituali connesse all’arte e all’artigianato, e il mio obiettivo è proprio quello di riportare questa sacralità nel lavoro manuale.

Voglio mostrare e sostenere la dignità del lavoro, e promuovere questo tipo di autocoscienza. Purtroppo, ciò che è disponibile è sparpagliato. Gli artigiani erano spesso parte delle classi più basse della popolazione, e avevano meno documenti sulle loro tradizioni, che venivano tramandate oralmente.

Questo progetto si pone nello spazio liminale tra spirito e scienza, e questa sarà la mia posizione: con un piede in ogni lato. La scienza è ciò che sta dietro a tutti i problemi tecnici e pratici, mentre lo Spirito è ciò che muove le mie scelte e il mio mondo interiore.

Questo non significa che questo sito è riservato a credenti o “praticanti”, tutt’altro. La strada verso l’autorealizzazione ha molte forme e può essere seguita senza fede o approccio metafisico. Il mio obiettivo è quello di mostrare la profondità e la ricchezza di coloro che, dietro la politica, la guerra e la religione, hanno plasmato con le loro mani il Mondo come lo conosciamo oggi.